Salviamo l’Italia! Siamo italiani e dobbiamo continuare ad essere italiani

E' ora di dire BASTA a questo continuo Harakiri imposto e sofferto ogni giorno dal cittadino italiano.

salviamo italia

La situazione politico-sociale-economica in Italia, è alquanto precaria e si presenta di difficile soluzione a causa della grande divisione dello stesso popolo italiano. Proviamo a considerare il nostro “bel paese” come una grande impresa immersa in un contesto commerciale. Proiettare il futuro, é la politica fondamentale che stabilisce la esistenza nel tempo della stessa impresa. Per far ciò è fondamentale applicare una corretta chiara trasparente amministrazione ed un rigoroso controllo passo passo del processo che permetta raggiungere gli obiettivi prefissati. Altrimenti si parlerà di “FALLIMENTO”.

L’ITALIA, come impresa, ha purtroppo sofferto durante quasi tutte le sue legislature, della aborrevole amministrazione gestita da una politica quasi sempre contraria alla trasparenza ed agli interessi “reali” del proprio popolo.

C’é stato un solo governo, il più lungo nella storia dell’Italia unita, che ricorda azioni a favore del popolo, come educazione obbligatoria, salute, lavoro, aumento demografico, diminuzione del debito pubblico.

Per il resto si sono intercambiati negli anni, oscure insincere forze politiche, sguazzanti nelle lunatiche decisioni, nei cambi repentini di idee e bandiera, nelle alleanze di comodo, nelle false promesse. Forze politiche, però, ben esperte in borseggio ed estorsione a danno del popolo italiano, superando di gran lunga con sfacciataggine assoluta, il massimo livello della VERGOGNA.

Arriva però lo spauracchio delle prossime elezioni, che potrebbe dar agli attuali governanti, una possibile incertezza sul loro futuro agiato vivere, quindi cercano di favorirsi la continuità amministrativa emanando leggi di favore, come per esempio quella approvata nell’ottobre 2017 dal capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato (Legge Elettorale Rosatellum della serie “fatta a convenienza”) o assicurasi un agiato futuro economico attraverso pensioni trasferibili da padre in figlio, vitalizi ed agevolazioni d’oro (dati oscuri e sconosciuti, uno schiaffo al popolo italiano).

Quanto ancora, dobbiamo sopportare tutto questo? Se continuiamo ad accettare passivamente questa cattiva amministrazione, il risultato sarà il NOSTRO inesorabile fallimento, fino alla totale annichilazione del nostro stesso popolo.

Elezioni politiche 2018

Cari ITALIANI o per lo meno chi realmente vuol bene al proprio paese, queste elezioni sono IMPORTANTISSIME, non si tratta di una semplice chiamata alle urne elettorali per la fine di normale periodo legislativo. Nelle nostre mani c’é il futuro della NOSTRA ITALIA, questa ITALIA calpestata sfruttata e vittima della nostra stessa indifferenza, con eclatanti mire di sottometterla a idee e volontà che non concordano con gli interessi del popolo.

Se per il nostro prossimo panorama politico , continueremo ad accettare le stesse pasciute e ben nutrite facce o quelle dei loro nuovi rappresentanti che sventolano la stessa bandiera, continueremo con le nostre inutili scheletriche lamentele fino a che saranno polvere nella polvere.

E’ ora di dire BASTA a questo continuo Harakiri imposto e sofferto ogni giorno dal cittadino italiano.

Come scrissi in un mio precedente articolo, l’italiano é una pianta nativa radicata nella propria terra da oltre 45.000 anni. NON possiamo permettere la nostra ESTINZIONE con la sostituzione etnica disegnata da volontà superiori e favorita dalla masnada politica che ci mal governa. Siamo ITALIANI e dobbiamo continuare ad essere ITALIANI.

Le frasi tipiche tipo: “dobbiamo ripopolare l’Italia, l’Italiano é un popolo in via d’estinzione, facciamo entrare ed affidiamoci ai nuovi talenti, gli immigranti saranno il nostro futuro, le nostre risorse etc..” CI BEFFANO ed ancor peggio CASTIGANO LA NOSTRA INTELLIGENZA.

Si vuole ripopolare l’ITALIA??!! BENE!!!!!! Facciamo una politica pro-famiglia ITALIANA, pro-lavoratore ITALIANO investiamo nell’aumento demografico ITALIANO, facciamo rientrare i nostri cervelli in fuga, riorganizziamo il ciclo lavorativo/pensionistico etc.. costerà molto meno che non spendere milioni e milioni di Euro (soldi dei contribuenti) per favorire organizzazioni mafiose umanitarie, donazioni arbitrarie di case, educazione, movimenti della flotta navale italiana, centri di raccolta immediati etc…. a favore degli immigranti.
Un cambiamento di rotta è ancora possibile, dobbiamo solo volerlo e questo é il momento.

Ristabiliamo le colonne della nostra Costituzione

L’ITALIA è una Repubblica democratica, fondata sul LAVORO. La sovranità appartiene al POPOLO, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

Cari sonnolenti connazionali se continuiamo ad abbassare le nostre difese ideologiche, saremo pari ad un mulo ragliante coperto da pelle di pecora.

Una bellissima frase del commediografo romano Lucius Pomponius; nel 89 a.C. si adatta perfettamente all’argomento: “C’è chi si tiene così ben nascosto che gli sembra tempesta tutto ciò che succede sotto il sole”.

SVEGLIAMOCI!!! dal letargo mentale che ci sta distruggendo. Diamo la sveglia al nostro cervello, scolleghiamoci dalle trasmissioni idiote, dai concerti inutili, dai parafrasaici stupidi concetti. Concentriamo tutto il TIFO per la nostra terra, lo stesso accanimento che mettiamo per una semplice partita di calcio.. DIAMO PRIORITÀ A NOI STESSI…

Sono nati in quest’ultimo periodo, formati da centinaia di migliaia di seguitori, vari gruppi e partiti che hanno in comune un solo ideale RISCATTARE L’ITALIA.

Hanno però un unico difetto sono gruppi SEPARATI, quindi come insegna la piú elementare regola di battaglia, facilmente eliminabili.

UNIAMOCI!!! INCONTRIAMOCI!!! qui non si tratta di aspirare ad una poltrona di comando, ma di lavorare SERIAMENTE tutti insieme alla ricostruzione della nostra terra liberandola dalle macerie della attuale amministrazione. Presentiamoci come una unica forza ben organizzata con i giusti rappresentanti e con un BUON piano di governo. Basta con falsa partitocrazia.

Per chi votare?

Molta gente mi chiede per chi voterò. La risposta trova serie difficoltà.

Di certo per NESSUNO degli attuali manigoldi. Voterò per il partito o movimento che porta avanti le mie fantasie di una ITALIA in corsa per il recupero della sua dignità.

Però purtroppo, se non c’é una forza unita e reale fatta di tanti, il mio voto come quello dei VERI speranzosi, sarà come una scritta sulla sabbia che il vento cancella; mentre vorrei che fosse il granello di sabbia che inceppa e blocca questo ingranaggio mangiapopolo manovrato della attuale amministrazione.

Una frase che circola su Facebook dice “piú siamo e piú rumore facciamo”. Credo che il termine “RUMORE” non tanto armonizzi. Il nostro dovrà essere un CORO ARMONIOSO, una ESPLOSIONE ORCHESTRALE di voci UNITE preludio alla ricrescita del nostro BEL PAESE.

Appoggiamo con forza questo ideale