Merlo: “In Cile una comunità italiana che cresce, si organizza e vuole partecipare”

11
comunita italiana in cile

Non c’è pausa estiva che tenga per il Presidente Ricardo Merlo, che non ha interrotto la sua attività per tutto agosto in Sud America e ha cominciato questi primi giorni di settembre con una visita ai nostri connazionali residenti in Cile.

Merlo in Cile

“Questa visita a Santiago del Cile – ha dichiarato Ricardo Merlo in una nota – è stata molto importante. Qui si sta sviluppando una nuova Associazione MAIE, con un coordinamento molto valido. In poco tempo, abbiamo visto crescere una bella struttura di collaboratori come Claudio Curelli (Presidente Comites Santiago), Anna Maria Barbera, Juan Carlos Canepa, Patricio Rolle, Carlos Casanova, Francisco Della Casa, Marco Scotti e Franco Bonino che stanno facendo un ottimo lavoro. Si registrano già molte adesioni di connazionali interessati ad approfondire e soprattutto partecipare al nostro movimento. La nostra squadra cresce e si rafforza e si prepara per le prossima sfide.”

Incontri con le autorità italiane

Tra gli appuntamenti dell’on. Ricardo Merlo a Santiago c’è stato un incontro con l’Ambasciatore Marco Ricci e la console Nicoletta Iuvic, a cui è seguita una cena di lavoro in cui il Presidente del Movimento Associativo italiani all’estero ha preso informazioni sullo stato attuale della nostra comunità, venendo a conoscere anche la sua vivacità culturale e sociale e le sue eccellenze.

“Nel corso di una giornata piena di appuntamenti – ha dichiarato Merlo – mi sono recato presso lo Stadio Italiano dove ho partecipato alla seduta plenaria del Comites e dove successivamente c’è stato un incontro con i connazionali. Sempre accompagnato dal Presidente del Comites, Claudio Curelli, ho potuto conoscere alcuni elementi di spicco della comunità italo-cilena, come Italo Onepo, Presidente dell’emerita Associazione Italiana, L’Umanitaria, la più antica del Cile con ben 137 anni di storia nel paese, e Ennio Carota, un chef italiano popolarissimo di eccellenza che ho incontrato nel suo ristorante Pastamore.”

Biobio Chile

Uno spazio particolare è stato riservato ai media: BIOBIOCHILE, una delle radio più importanti di Santiago ha invitato il Presidente Merlo presso i suoi studi dove lo ha intervistato sugli argomenti di maggior interesse per gli italiani che vivono in Sud America, prima di tutto servizi consolari e cittadinanza italiana.

Merlo ha così concluso:”Solo incontrandoli di persona si può capire la problematica dei nostri connazionali. Questo è il modo di fare politica del MAIE. Ecco perchè non mi stanco di viaggiare per stare insieme alle nostre comunità. A Santiago risiedono quasi 60 mila italiani: qui, ho percepito tanta energia positiva tra le numerose persone che ho trovato. Possiamo fare di più in questo Paese: con Claudio Curelli e tutta la squadra sono certo che il progetto del MAIE crescerà ancora.”