Concerto speciale di Fine Anno per il Perù dall’Orchestra Sinfonica del Levante (VIDEO)

L‘Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura di Lima sono lieti di informare che martedì 29 dicembre prossimo si terrà il concerto speciale di Fine Anno realizzato per chiudere la programmazione culturale del 2020 e augurarci, attraverso le note della migliore musica italiana, un Felice 2021.

Il recital lirico, eseguito appositamente per il Perù dall’Orchestra Sinfonica del Levante diretta dal Maestro Elio Orciuolo, è realizzato nel Teatro Kismet Opera di Bari grazie all’appoggio della Associazione Culturale Artland e con il patrocinio del Comune di Bari.

Il programma comprende alcuni dei migliori e più riconosciuti pezzi del bel canto italiano,
tra i quali si annoverano arie e duetti di opere di Rossini, Donizetti, Verdi e Puccini
interpretati dalla soprano Ripalta Bufo (Premio lirico internazionale “Umberto
Giordano”), il baritono Luca Simonetti (vincitore del Concorso Spoleto 2020) e il tenore
Raffaele Abete (che si è recentemente presentato alla Scala di Milano).

Il concerto sarà trasmesso in streaming via internet il 29 dicembre alle ore 19:00 di
Lima al link: CLICCARE QUI PER VEDERE IL CONCERTO e potrà essere seguito anche nei social dell’Istituto Italiano di Cultura di Lima.


(23/12/20 Ore 19:46) Discorso di auguri di buone feste dell’Ambasciatore d’Italia Giancarlo Maria Curcio


(27/10/20 Ore 20:09) La nuova realtà del turismo per Italia e Perù

turismo italia peru

Italia e Perù, due Paesi leader nel turismo internazionale, si sono incontrati lo scorso 21 ottobre nel corso di un webinar organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Perù per scambiare esperienze e idee sul rilancio del settore in una prospettiva post Covid-19.

Ripresa dei flussi turistici

Se è vero infatti che entrambe le economie hanno sofferto per la chiusura delle frontiere e per le restrizioni ai viaggi, è altrettanto vero che la ripresa dei flussi turistici, a fine emergenza, potrà costituire un importante volano di ripresa economica capace di creare reddito e nuovi posti di lavoro.

Ne hanno discusso, insieme all’Ambasciatore d’Italia a Lima, Giancarlo Maria Curcio, il Presidente dell’Agenzia Nazionale Italiana per il Turismo (ENIT), Giorgio Palmucci, e il Presidente della Commissione di Promozione del Perù per le Esportazioni e il Turismo (PromPerú), Luis Torres, oltre a qualificati esponenti della comunità imprenditoriale italoperuviana e delle istituzioni di settore.

Flusso turistico tra Italia e Perù

Nel corso della riunione, le istituzioni presenti hanno non solo dimostrato il ruolo di primo piano del turismo per le rispettive economie nazionali, ma anche l’importanza specifica dei flussi turistici bilaterali: i flussi di turisti tra Italia e Perù fino al 2019 sono stati intensi e presentavano una tendenza considerevole all’aumento. Solo nell’ultimo anno il Perù ha accolto ben 73.000 turisti italiani.
L’Ambasciatore d’Italia Giancarlo Maria Curcio ha espresso dunque l’auspicio, condiviso da tutti i presenti, di poter ripristinare al più presto le attività turistiche tra questi Paesi tradizionalmente amici e ora legati da un partenariato strategico in molti ambiti, magari anche iniziando a lavorare su un collegamento aereo diretto. L’attuale emergenza è infatti un’opportunità per generare soluzioni innovative per il settore, come quelle illustrate dai diversi imprenditori italiani e peruviani che hanno partecipato al seminario.


(20/10/20 Ore 23:27) Nuovo portale dedicato all’emigrazione italiana in Perù

italianinperu

È stato inaugurato dall’Ambasciata d’Italia a Lima e dal Comites Perù un nuovo portale dedicato all’emigrazione italiana in Perù: www.italianinperu.com. “Si tratta di un importantissimo traguardo raggiunto insieme da tutti i rappresentanti della collettività italiana, una vera e propria bussola che permetterà ai nostri connazionali di meglio organizzare la loro vita e la loro permanenza in Perù, potendo sempre contare con il massimo sostegno e il supporto delle attività consolari dell’Ambasciata’’ ha sottolineato il Primo Segretario Paolo Tonini, portando i saluti dell’Ambasciatore Giancarlo Maria Curcio in apertura della cerimonia.

Il nuovo sito internet è stato realizzato grazie a un contributo straordinario al Comites Perù del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale da parte di tre associazioni italiane coordinate dallo stesso: il Centro culturale italiano di Cuzco, l’Istituto Italo-Peruviano di Arequipa e l’Associazione Lucani del Perù.

L’importanza della pagina web risiede nella capacità di concentrare in unico spazio virtuale e in lingua italiana moltissime informazioni su tutti gli aspetti della vita degli espatriati in questo Paese, come ad esempio lavoro, imprenditoria, sanità, procedure amministrative e migratorie con le autorità locali, lingua e cultura, precedentemente disperse su più siti istituzionali di enti governativi e privati italiani peruviani. È infatti possibile consultare e avere acesso diretto a informazioni su istituzioni, associazioni e centri culturali italiani in Perù come anche a istituzioni governative locali.

Il sito si presenta, inoltre, come una sorta di “manuale dell’espatriato”, volto a facilitare l’integrazione e a mitigare il senso di smarrimento che può subentrare all’arrivo in un Paese sconosciuto. Sono perciò disponibili una serie di informazioni pratiche come, ad esempio, sul funzionamento dei trasporti, del sistema di salute o sul costo della vita.

“E per non perdere i contatti con l’Italia e la comunità italiana, che da secoli contribuisce allo sviluppo del Perù come dimostra il Museo di Arte Italiana di Lima donato dalla nostra collettività cento anni fa, il sito vi manterrà aggiornati su tutte le attività culturali organizzate in Perù. In questo modo, sarà un po’ più facile sentirsi a casa” ha concluso il dott. Paolo Tonini, ringraziando ulteriormente il Comites e le Associazioni per l’iniziativa.;


(08/09/20 Ore 22:06) Ambasciata d’Italia in Perù: Prorogato il divieto di ingresso in Italia

Si segnala che con DPCM 7 settembre 2020 (allegato testo) sono state prorogate fino al 7 ottobre 2020 le misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19, di cui ai precedenti decreti DOCM ed Ordinanze del Ministro della Salute, incluso il divieto d’ingresso in Italia per coloro che nei 14 giorni antecedenti abbiano soggiornato o transitato in alcuni paesi a rischio contagio, tra cui per l’appunto il Perù.

 

Si ricorda che fanno eccezione al divieto: I cittadini italiani, di uno Stato UE, di un paese parte dell’accordo di Schengen, del Regno Unito, di Andorra, del Principato di Monaco, della Repubblica di San Marino o dello Stato della Città del Vaticano e i loro stretti familiari a condizione che siano residenti conviventi anagraficamente in Italia da data anteriore al 9 luglio 2020.

Al rientro in Italia da questi Paesi, è necessario sottoporsi ad isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria, compilare un’autodichiarazione nella quale si deve indicare la motivazione che consente il rientro e si può raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato (è consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione).


(04/09/20 Ore 22:06) Sulla riapertura dei voli da e per l’Europa non si hanno notizie certe

Si segnala che in alcune ultime dichiarazioni, i vertici politici peruviani hanno aperto alla possibilità di una lenta e graduale riapertura dei voli internazionali a partire dal prossimo mese di ottobre, se le condizioni lo permetteranno.
La priorità verrà – in caso – accordata ai Paesi limitrofi e agli Stati Uniti. Non si hanno notizie certe in merito alla riapertura dei voli da e per l’Europa. Qualsiasi decisione verrà presa dal Governo peruviano tenendo essenzialmente conto dello stato di propagazione del Covid-19 nella regione e nei paesi di destinazione dei voli.

Si fa riserva di maggiori informazioni appena possibile.


(14/10/20 Ore 17:02) L’Ambasciatore d’Italia Giancarlo Curcio in visita alla sede di Artigiani Don Bosco a Barranco

artigiani don bosco barranco

Dopo cinque mesi di chiusura obbligatoria a causa della pandemia Covid-19, la Cooperativa di Artigiani Don Bosco ha riaperto le porte della sua esposizione permamente a Barranco accogliendo ieri, 13 agosto, l’Ambasciatore d’Italia, Giancarlo Maria Curcio, accompagnato dal Primo Segretario, Paolo Tonini.

Vicinanza delle istituzioni italiane

La visita ha avuto luogo per testimoniare la vicinanza delle istituzioni italiane a questa importante realtà di volontariato italiano in Perù. Infatti, la Cooperativa Don Bosco è nata e vive grazie all’impegno quotidiano dei volontari dell’Operazione Mato Grosso, un movimento fondato nel 1967 dal compianto sacerdote italiano Ugo de Censi e presente anche in Bolivia, Brasile ed Ecuador. A riceverli nella storica sede di Barranco vi era il responsabile di Mato Grosso in Perù, Abele Capponi, e la responsabile dell’Atelier di Barranco, Nancy Marangoni.

Av. San Martín 135, Barranco

La mostra, ubicata al n. 135 di Avenida San Martin, è costituita da mobili intagliati in legno, complementi d’arredo, altri manufatti e abiti di grande pregio artistico che coniugano l’eleganza del design italiano con le tradizioni andine e la qualità delle materie prime peruviane. Il ricavato delle vendite delle opere di artigianato è da sempre integralmente devoluto agli artigiani ed apprendisti. Si tratta nel complesso di oltre 500 famiglie parte di un vasto progetto nato ormai più di quarant’anni fa’ con l’arrivo a Chacas (Ancash) di Padre Ugo de Censi. Proprio a Chacas venne inaugurata la prima scuola di artigiani dell’Organizzazione, arricchitasi successivamente di altre sedi nel paese, con l’obiettivo di impartire un’istruzione ai più giovani ma anche di insegnare loro un mestiere per l’avvenire. Fino ad oggi, più di 3.000 giovani sono stati formati grazie a tale iniziativa.

Crisi economica

Tuttavia, anche gli artigiani hanno risentito della crisi economica durante i lunghi mesi di lockdown. Da tutti i presenti alla visita è stato espresso l’auspicio che sempre più persone vengano a conoscere l’esposizione e che la ripresa delle vendite possa garantire agli artigiani una vita serena e dignitosa, rimettendo in circolo nuova speranza.

Jockey Plaza

Dal mese di agosto, l’artigianato Don Bosco è in mostra anche nel centro commerciale Jockey Plaza. Entrambi i punti vendita hanno implementato i necessari protocolli di sicurezza in ambito Covid.


(14/08/20 Ore 16:06) Voli speciali confermati da Lima verso l’Europa

Si informa che i voli speciali da Lima verso l’Europa già programmati per la settimana dal 17 al 20 agosto sono stati autorizzati. Tali voli verranno a Lima in modalità ferry senza passeggeri in andata dall”Europa verso Lima.

Voli confermati

In particolare i voli confermati sono:

  • KLM del 17, 18, 19 e 20 agosto diretti ad Amsterdam,
  • Air Europa del 18 agosto diretto a Madrid,
  • Air France del 21 agosto diretto a Parigi

Si fa riserva di informare in merito agli sviluppi.


(07/08/20 Ore 21:06) Prorogato il divieto di ingresso in Italia

Stante la proroga dell’emergenza sanitaria disposta dal Governo italiano fino al 15 ottobre prossimo, con Decreto DPCM del 7 agosto è stato prorogato in particolare il divieto di ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni ha soggiornato/transitato in uno dei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina,Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Bulgaria e Romania.

Perdurano le eccezione al divieto di ingresso in Italia per i soli cittadini europei (UE, Schengen, UK, microstati europei) e i loro familiari conviventi (ascendenti e discendenti diretti, coniugi, partner stabili, parti di unione civile) con residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 9 luglio scorso (non basta cioè dichiarazione di voler fissare residenza in Italia, bisogna che la residenza in Italia risulti dai registri comunali). In ogni caso, si applica sempre l’obbligo di quarantena.

Continua la sospensione di voli diretti e indiretti dai Paesi sopra indicati.

Tutti coloro che entrano in Italia devono compilare un apposito modulo di autocertificazione con cui fanno stato dei loro spostamenti negli ultimi 14 giorni.

Tutto ciò premesso, si sarà grati a coloro che intendono viaggiare in Italia fino nelle prossime settimane di esaminare la propria situazione e provvedere di conseguenza contattando le rispettive linee aeree in caso di rientrare nella categoria di passeggeri cui è fatto divieto di entrare in Italia. Questa Ambasciata resta a disposizione per ogni ulteriore chiarimento sulla portata delle disposizioni in parola (ambasciata.lima@esteri.it) mentre sugli aspetti operativi dei biglietti suggeriamo di contattare le rispettive linee aeree.


(04/08/20 Ore 21:32) I voli KLM e AF di questa settimana sono stati annullati

Si segnala che a seguito della sospensione dei voli speciali dall’aeroporto militare dal 3 agosto scorso, sono in corso contati tra le autorità peruviane e quelle dell’aeroporto civile Jorge Chavez (LAP) per consentire di riprendere da tale aeroporto i voli speciali, anche se al momento non si possono sapere gli esiti. I voli KLM e AF di questa settimana sono stati annullati.

Si confida che i voli speciali programmati dopo il 15 agosto possano riprendere dall’aeroporto civile Jorge Chavez ma non vi è ancor nessuna certezza al riguardo. Si fa riserva di informare in merito agli sviluppi.


(03/08/20 Ore 21:51) Sospensione dei voli di rimpatrio dall’aeroporto militare G8

Si segnala che la Protezione Civile Peruviana (INDECI) ha informato stamane, senza alcun preavviso, che dal 3 agosto non saranno più autorizzati voli speciali di rimpatrio dall’Aeroporto militare G8 del Callao.
Da notizie assunte, risulta che sarebbero in corso negoziati fra le autorità peruviane e l’aeroporto civile Jorge Chavez (LAP) per consentire di riprendere da tale aeroporto i voli speciali, anche se al momento non si può anticipare quanto dureranno le trattative e con quale risultato.

Il volo KLM del 6 agosto prossimo da Lima a Amsterdam risulta pertanto non essere più autorizzato, in attesa di novità. Si fa riserva di informare in merito agli sviluppi.


(27/06/20 Ore 16:41) Coronavirus: Perù, partito aereo per Roma con 330 passeggeri

Ambasciatore d’Italia in Perù, Giancarlo Curcio e Capo
della Cancelleria consolare, Paolo Tonini. (Foto: ANSA).

Un aereo della compagnia Air Europa è decollato oggi alle 13.30 locali (le 20.30 italiane) da Lima alla volta di Roma, con a bordo 330 passeggeri, per lo più cittadini italiani rimasti bloccati in Perù dalla pandemia da coronavirus.

Settimo volo di rientro

Si tratta, ha appreso l’ANSA, del settimo volo di rientro organizzato dall’ambasciatore d’Italia a Lima, Giancarlo Curcio, e dal capo della Cancelleria consolare, Paolo Tonini, in coordinamento con l’Unità di crisi della Farnesina, in un’attività che ha permesso il rimpatrio di quasi 2.000 persone.

Casi umanitari e sanitari

Fra i passeggeri a bordo dell’aereo che arriverà nella capitale italiana domattina alle 8, hanno trovato posto anche alcuni casi umanitari e sanitari particolarmente delicati di cittadini italiani che non avrebbero potuto trovare cure adeguate in Perù.

Coronavirus in Perù

L’emergenza coronavirus pone questo Paese in America latina in seconda posizione per contagi (272.364) e alla terza per morti (8.939). Il volo ha operato senza distanziamento, grazie alle nuove disposizioni che consentono un pieno carico in presenza di alcuni requisiti tecnici come l’adozione in cabina di filtri Hepa (High Efficiency Particulate Air Filter).(ANSA).


(09/06/20 Ore 19:57) Partito da Lima per Milano volo con 250 persone

voli di rimpatrio per turisti italiani rimasti in peru
Ambasciatore d’Italia in Perù, Giancarlo Curcio e Capo della Cancelleria consolare, Paolo Tonini. (Foto: ANSA).

Un aereo della compagnia Neos è partito oggi intorno alle 13,30 locali (le 20,30 italiane) da Lima alla volta di Milano, con a bordo 250 passeggeri, fra turisti bloccati in Perù dalla pandemia da coronavirus, cittadini Ue e peruviani residenti in Italia.

Sesta operazione umanitaria intercontinentale di rimpatrio

Si è trattato, ha appreso l’ANSA, della sesta operazione umanitaria intercontinentale di rimpatrio organizzata dall’ambasciata d’Italia a Lima, in coordinamento con l’Unità di
crisi della Farnesina, che ha permesso il ritorno in Patria di circa 1.500 persone, da varie località peruviane, anche di difficile accesso.

Bambina italiana di madre peruviana

Fra i passeggeri che hanno appena lasciato Lima c’è anche una bambina italiana di madre peruviana che dovrà essere sottoposta urgentemente ad un intervento salvavita nell’Ospedale Bambino Gesù.

Bambini peruviani adottati da coppie italiane

Nei voli precedenti invece avevano trovato posto fra i passeggeri alcuni casi prioritari di cinque coppie che si trovavano in Perù per l’adozione di bambini. Le loro pratiche sono stati risolte, nonostante le difficolta’ di mobilita’ derivanti dalle restrizioni imposte dal coronavirus, grazie all’intervento dell’ambasciatore Giancarlo Curcio e del capo della Cancelleria consolare, Paolo Tonini. (ANSA).


(27/05/20 Ore 16:37) CoVid-19: Partito da Lima per Milano volo con 250 persone

Partito da Lima per Milano volo con 250 persone
Ambasciatore d’Italia in Perù, Giancarlo Curcio e Capo della Cancelleria consolare, Paolo Tonini. (Foto: ANSA).

Dopo aver imbarcato oggi a Bogotà un gruppo di 122 persone, quasi tutti italiani ed alcuni cittadini europei bloccati in Colombia dalla pandemia da coronavirus, un aereo della compagnia Neos è atterrato a Lima, in Perù, dove ha accolto altri 130 passeggeri italiani, ripartendo subito dopo per Milano, dove arriverà domani prima dell’alba.

5° volo speciale intercontinentale

Quello odierno, ha appreso l’ANSA, è stato il 5° volo speciale intercontinentale organizzato dall’ambasciata d’Italia nella capitale peruviana in coordinamento con l’Unità di crisi della Farnesina, per permettere il rientro dei connazionali temporanei bloccati in Perù dalla crisi Covid-19.

Circa 1.200 italiani rimpatriati

Dall’inizio della crisi, queste attività di rientro hanno permesso a circa 1.200 persone di riabbracciare i propri cari nella Penisola. Come avvenuto in passato, anche su questo volo hanno trovato posto alcuni casi prioritari, come quello dei coniugi Parlangeli-Tristezza che hanno adottato due gemelline peruviane provenienti dalla regione di Cusco.

Il loro caso è stato risolto, nonostante le difficoltà di mobilità derivanti dalle restrizioni imposte dal coronavirus, dall’intervento dell’ambasciatore Giancarlo Curcio e del capo
della Cancelleria consolare, Paolo Tonini. (ANSA).


(29/05/20 Ore 16:01) Nuovo volo di rimpatrio in giugno

Si segnala che sono aperti i moduli per registrarsi per futuri voli di rimpatrio:

Modulo per la registrazione per cittadini ITALIANI >>> MODULO ITALIANO

Modulo per la registrazione per cittadini PERUVIANI >>> MODULO PERUVIANO

Coloro che si erano gia’ registrati di entrambe le nazionalita’ non devono registrarsi nuovamente.


(25/05/20 Ore 11:41) Informazioni utili per il rientro dei connazionali all’estero

Per quanto riguarda le regole sui movimenti da e per l’estero si segnalano le seguenti novità:

  • Dal 18 maggio al 2 giugno: i movimenti debbono ancora essere giustificati da esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, ma si ampliano in modo significativo i casi in cui la quarantena non è più necessaria (tra le nuove eccezioni più significative: visite brevi in Italia senza quarantena per motivi non solo lavorativi, ma anch*salute* e *assoluta urgenza*; *visite brevi per lavoro verso l’estero*; *ingresso di cittadini UE* e *residenti nella UE* *per motivi di lavoro senza limiti di durata*; *studenti transfrontalieri*; *diplomatici* e*funzionari internazionali*; *personale viaggiante di imprese di trasporto anche senza sede in Italia*;
  • San Marino esentata da quarantena con movimenti liberalizzati come se fosse parte delle Regioni Marche ed Emilia Romagna);
  • dal 3 giugno:liberalizzazione dei movimenti da e per UE, Schengen, UK e microstati europei (senza limitazioni di causa e senza obbligo di quarantena).Resta invece la necessità di giustificare i movimenti da e per Stati e territori diversi da questi e resta la quarantena almeno fino al 15 giugno.

E’ stato pubblicato il DL 16 maggio 2020, n. 33 per la riapertura delle attività in Italia. Entrata in vigore del provvedimento: 16/05/2020.


(14/05/20 Ore 13:21) Avviso cittadini peruviani residenti in Italia

Si segnala che a causa della necessità di facilitare il rientro degli ultimi turisti italiani tutt’ora bloccati in Perù entro la fine del mese di maggio, non potranno essere ricevute analoghe richieste da parte di cittadini peruviani residenti in Italia.

Eventuali gravi e urgenti casi umanitari potranno essere comunque segnalati all’indirizzo ambasciata.lima@esteri.it


(29/04/20 18:40 ore) Avviso per i passeggeri del volo 01/05/20

Si infomano i passeggeri del volo del 1-5-20, con arrivo previsto a Roma alle 06.45 AM che saranno disponibili da Roma le seguenti coincidenze >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Si ricorda che i bagagli permessi su questi voli operati da Alitalia sono 1 valigia in stiva di 23 kg max + un bagaglio a mano da 10 kg ( medidas 55x25x35cm).

In classe business invece 2 valigie in stiva e 2 bagagli a mano . Si ricorda che durante tutti i voli bisognera’ indossare la mascherina.


Top 5 Offerte di Amazon IT

  1. AMAZON PRIME: Iscriviti e usalo gratis per 30 giorni!
  2. Apple iPhone 11 Pro (64GB) – Verde Notte
  3. Huawei Mediapad T5 Tablet, Display da 10.1″, 1080p full hd, 64 GB Espandibili, 4 GB RAM, Android 8.0 EMUI 8.0 OS, Wi-Fi, Nero
  4. SATURIMETRO DA DITO Pulsossimetro OSSIMETRO SPO2 dito e Cardiofrequenzimetro, display a colori ed orientabile
  5. MGGBDH Mascherine Antipolvere Mascherina filtro Carboni Attivi 5 Strati PM 2.5 1 Valvole 2 Filtri,Antipolvere Antipolline Palestra Allenamento Sci Fitness Moto Bicicletta (4 Pack)

(28/04/20 Ore 17:10) Indicazioni su prossimo volo speciale per l’Italia in fase di organizzazione

La disponibilità di posti sul volo speciale operato da Air Europa diretto a Roma del 1 maggio 2020 si è esaurita velocemente per l’enorme richiesta di passeggeri. L’assegnazione dei posti è stata eseguita in base all’ordine di registrazione delle prenotazioni.

Per questo motivo, e tenuto conto che numerosi connazionali temporaneamente presenti in Perù si sono registrati negli ultimi giorni presso questa Ambasciata per manifestare il proprio interesse al rientro in Italia a breve a seguito della cancellazioni dei voli programmati a maggio e giugno, è stato deciso, d’intesa con la Farnesina, di cercare di organizzare un altro volo per la prossima settimana che sarà, verosimilmente, operato da Air Europa.

Preme segnalare che anche tale volo sarà soggetto alle attuali disposizioni sanitarie italiane che prevedono, tra l’altro, una distanza minima tra passeggeri e ciò determinerà, come per il volo di questa settimana, che l’aeromobile non operi alla capacità massima dei posti disponibili. Anche in questa occasione il volo è destinato prioritariamente ai connazionali temporaneamente presenti in Perù rimasti bloccati dall’emergenza legata al coronavirus.

Per poter rendere operativo il volo sarà necessario, come nei casi precedenti, raggiungere una massa critica di adesioni tale da garantirne la sostenibilità economica. Il costo del biglietto sarà in linea con quello fissato per il volo di questa settimana (1200 usd classe turistica e 2150 classe business) anche se speriamo che i costi possano ridursi grazie ad una possibile operazione di rientro di cittadini peruviani dalla Spagna in fase di organizzazione con queste autorità. Purtroppo però non vi è ancora nessuna assicurazione su tale possibilità e pertanto l’eventuale adesione al volo viene espressa sul costo sopra indicato.

Ciò premesso tenuto conto di numerose imprecisioni e mancanze di dati che abbiamo riscontrato nelle mail di conferma inviate per gli altri voli, abbiamo deciso di procedere alla registrazione degli interessati (sia connazionali non iscritti AIRE che peruviani/stranieri residenti in Italia) attraverso un formulario preordinato a cui sarà possibile accedere attraverso la pagina web VOLO SPECIALE in cui si dovrà indicare in apposite caselle oltre alle generalità l’eventuale interesse per l’acquisto di un posto in tale volo alle condizioni sopra descritte.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti potete contattare durante l’orario di servizio (8,00-16,00 tenuto conto del coprifuoco) il centralino dell’Ambasciata (0051463272700) Per effettive situazioni di emergenza continua ad essere operativo il cellulare h 24 (0051-997232073)


(26/04/20 Ore 17:03) Volo Air Europa del 30 aprile prossimo diretto a Roma

A seguito delle comunicazioni intercorse in questi giorni con tutti coloro che avevano segnalato a questa Ambasciata la volontà di rientro in Patria, si segnala con piacere che le dichiarazioni di interesse e le conferme di acquisto di biglietti in corso hanno consentito di rendere operativo il volo Air Europa del 30 aprile prossimo diretto a Roma. Nel corso della giornata i passeggeri riceveranno conferma dell’acquisto dei rispettivi biglietti. Seguiranno istruzioni da parte sin questa Ambasciata per il trasporto in Aeroporto il giorno del volo, che avverrà su bus messi a disposizione da questa Rappresentanza e che partiranno dalla Ambasciata.

Con l’occasione, si segnala che Air Europa ha testé comunicato che restano ancora alcuni posti in classe business (bambini sotto i due anni non pagano). La classe turistica e’ al momento completa.

Nel caso di interesse ad acquistare tali ultimi biglietti si sara grati di volerlo comunicare subito alla Linea Aerea Air Europa (mail: administracion.peru@air-europa.com) e per conoscenza a questa Ambasciata (ambasciata.lima@esteri.it) indicando il nominativo del passeggero e il numero passaporto.

L’assegnazione dei posti avverrà in base all’ordine di arrivo delle richieste.

Una volta che sarà confermata la prenotazione, la linea Aerea invierà tempestivamente istruzioni per acquisto biglietti.


(21/04/20 Ore 17:22) Ultima notizia possibile nuovo volo

Preme segnalare che, a causa di sopraggiunte difficoltà connesse all’emergenza globale, non sarà purtroppo possibile prevedere l’auspicato volo di rientro per l’Italia nei termini prospettati. Stiamo lavorando per un’alternativa, che peraltro ci permetterebbe di meglio organizzare la complessa logistica relativa agli spostamenti all’interno del Paese.

Ci scusiamo per questo contrattempo, ma il contesto generale è, come noto, estremamente complesso. Si fa riserva di ulteriori aggiornamenti


(20/04/20 Ore 13:10) Avviso urgente possibile nuovo volo

Questa Ambasciata, d’intesa con la Farnesina, a seguito delle numerose manifestazioni di interesse ricevute da connazionali di voler usufruire di un ulteriore volo di rientro in Italia, sta verificando la possibilità di organizzare tale volo speciale nei prossimi giorni al fine di consentire il rientro in Italia dei turisti ancora qui presenti prima della chiusura totale dello spazio aereo peruviano.

Si invitano pertanto i connazionali temporaneamente presenti in Perù che non si siano ancora registrati in Ambasciata di volerlo effettuare immediatamente inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica ambasciata.lima@esteri.it indicando il loro interesse a usufruire di tale volo di rientro.

Nella mail si prega di specificare i dati di ogni eventuale passeggero e sopratutto specificare chiaramente la citta’ peruviana in cui si e’ attualmente; comunicazioni che non contengano questa ultima informazione non saranno prese in considerazione.

Si ricorda che tale volo speciale sarebbe, come i precedenti, destinato prioritariamente a turisti italiani bloccati in Perù.

Si segnala parimenti che, a seguito delle ultime disposizioni normative emanate dal Governo italiano, qualsiasi straniero che non abbia la propria stabile residenza in Italia non sarà autorizzato a entrare in Italia e potrà quindi essere bloccato alla frontiera.

In previsione di tale volo, questa Ambasciata inizierà a contattare i connazionali che hanno già manifestato la loro disponibilità a prendere un volo di rientro in Italia e che si trovano in zone distanti dalla capitale per favorire la concessione delle pertinenti autorizzazione da parte delle autorità peruviane per il viaggio a Lima.

Questa Ambasciata coglie l’occasione per ricordare che non è possibile sapere per quanto tempo ancora si prolungherà la quarantena nel Paese e il blocco dei voli per l’estero anche a seguito della recente disposizione della chiusura totale dello spazio aereo peruviano a partire dai prossimi giorni.

Tale possibile ultimo volo rappresenta dunque l’ultima possibilità per rientrare in Italia prima di un blocco totale dei voli di non prevedibile durata.

I connazionali che dovessero decidere di non voler usufruire di tale ultima possibilità di rientro se ne assumono la responsabilità consapevoli che potranno restare in Peru’ per un periodo indefinito.


(11/04/20 Ore 10:10) Avviso urgente per i passeggeri del volo Neos di lunedi’13 aprile ore 10,00 AM diretto a Roma/Milano

Si pregano i passeggeri del volo Neos di lunedì 13 aprile prossimo in partenza dall’Aeroporto militare G8 del Callao diretto a Roma/Milano di prendere attenta nota delle seguenti indicazioni per l’imbarco.

Innanzitutto si segnala che, trattandosi tale aeroporto di una istallazione militare il cui accesso è consentito solo ad automezzi previamente autorizzati, questa Ambasciata ha organizzato il trasporto di tutti i passeggeri a mezzo bus predisposti dalla Ambasciata.

Si segnala che chi dovesse provare ad entrare nell’aeroporto citato a piedi o mezzo proprio rischia de essere fermato dalla Polizia e dalle Forze Armate compromettendo la possibilità’ di potersi imbarcare nel volo.

Tutti coloro che hanno il biglietto per tale volo dovranno quindi presentarsi con mezzi propri alle ore 06,00 AM di lunedì 13 aprile presso la sede dell’Ambasciata (Calle Giuseppe Garibaldi 298, ex Gregorio Escobedo, Distretto di Jesus Maria-Lima) con effetti personali, bagagli e documenti (passaporto in corso di validità e dichiarazioni di cui sotto).

Verranno imbarcati nei bus diretti all’aeroporto solo coloro che sono nella lista dei passeggeri e in possesso di passaporto in corso di validità.

Un preliminare esame verificherà che il passeggero non presenti sintomi influenzali. Coloro che dovessero presentare tali sintomi non potranno imbarcarsi.

Si fa un appello al senso di responsabilità per la salute di tutti.Presso la sede nell’Ambasciata verranno consegnati ad ogni passeggero mascherine, guanti e una bottiglietta di acqua per il percorso fino all’aeroporto.

Si ricorda che è obbligatorio compilare l’ apposita autodichiarazione qui allegata >>> CLICA QUI prima di salire sul bus perché senza di essa la Linea Aerea non potrà imbracare il passeggero. La linea Aerea consegnerà poi una seconda autodichiarazione che dovrà anch’essa essere compilata prima della partenza.

Per eventuali ulteriori informazioni e chiarimenti potete contattare il telefono di emergenza della Ambasciata operativo h 24 (0051-997232073).


(10/04/20 Ore 10:20) Volo straordinario Lima-Roma-Milano, lunedì 13 aprile ore 10:00

Si ricorda che sono in vendita sul sito www.neosair.it gli ultimi biglietti disponibili per il volo speciale di lunedì 13 aprile prossimo diretto a Roma e Milano della predetta Linea Aerea.

Questa Ambasciata segnala che non è prevista l’organizzazione di ulteriori voli diretti per l’Italia così come si stanno rendendo sempre più sporadiche e complesse le possibilità di triangolazioni verso il nostro Paese offerte dalle altre poche Linee Aeree europee che stanno volando dal Peru sotto il coordinamento delle altre Ambasciate UE.

Si invitano i connazionali temporaneamente in questo Paese a usufruire possibilmente di questa opportunità, anche perché non si è in condizione di sapere quanto durerà ancora la quarantena e la sospensione dei voli commerciali da e per l’Europa.


(09/04/20 Ore 13:20) Acquisto dei biglietti per il prossimo volo straordinario Lima-Roma-Milano

Si informano i connazionali che a minuti sarà aperto il sito della linea aerea Neos (www.neosair.it) per l’acquisto dei biglietti del prossimo volo Lima-Roma-Milano di lunedì 13 aprile ore 10:00.

Si ricorda che tale volo è primariamente indirizzato a cittadini italiani e dell’Unione Europea temporaneamente in Perù in possesso di passaporto in corso di validità, salvo casi umanitari.


(04/04/20 Ore 22:41) Volo straordinario con partenza da Lima e destinazione Stoccolma

Si informano i connazionali dell’apertura delle prenotazioni di un volo straordinario operato da SAS con partenza da Lima e destinazione Stoccolma il 7 aprile prossimo.

Possono prenotare anche altri cittadini Europei purché in possesso di un biglietto anche con scalo per raggiungere la destinazione finale. Seguono maggiori informazioni.

The temporary entry ban to Sweden does not apply to Swedish citizens, people with residence permits or right of residence in Sweden, for people who are citizens of another EEA State or are family members of such a person, and for people who need to enter the country to be able to return to their homes.Please find more information via the link below.

https://www.government.se/press-releases/2020/03/temporary-ban-on-travel-to-sweden-due-to-covid-19/Please find the booking link below. Some of the information on the site is still in Swedish so in this mail you will find a rough translation.Questions should be directed to */lima@mkairbroker.se/* <mailto:lima@mkairbroker.se>//www.mkairbroker.se <http://www.mkairbroker.se/>////Payment is made by Visa or Mastercard. All taxes are included. No student or children rates. Children under 24 months travel for free if they sit in a parents lap.Tickets are non-refundable and cannot be rebooked. Up to four tickets can be booked at any one time.Limited meal service on board.Hand luggage 1×8 kgEconomy class 1×23 kg, Plus and Business 2×23 kg*Category*** *Price p/p*Economy 11 500 SEKPlus 14 000 SEKBusiness 18 000 SEKPersonal information in the form has to be identical to information in the passport.When a booking is made a payment link will be sent out to the traveller. When payment is received a confirmation will be sent that is valid as a proof of travel.Information on the meeting point and airport transport will be provided.”


(04/04/20 Ore 17:39) Ponte aereo Cusco-Lima-Amsterdam la prossima settimana

Di seguito pubblichiamo una comunicazione inviata dal Capo della Cancelleria Consolare e Vicario del Capo Missione, Paolo Tonini, alla redazione de Il Messaggero Italo-Peruviano.

(04/04/20) * ATTENZIONE *

Gli olandesi stanno mettendo a disposizione alcuni posti (20 ed eventuali no show) su un ponte aereo Cusco-Lima-Amsterdam la prossima settimana. I costi sono 179$ Cusco-Lima e 900€ Lima-Amsterdam. Attenzione: (1) il pacchetto é unico: non si può scendere a Lima ma si va diretti ad Amsterdam; (2) ad Amsterdam dovete trovare una connessione per l’Italia.

Molti Paesi UE sono interessati. Si va sul first come first served con scadenza domani. Chi di voi ritiene di voler partire mi scriva in privato su lima.vicario@esteri.it entro le ore 23:59 di oggi indicando i dati del passaporto.

Seguono i dettagli che chiedo di leggere attentamente. Grazie.

Connecting flight Cusco-Lima, Wednesday morning 8 April

· Around 20 places available for EU+ citizens. All these passengers must also make use of connecting flight to Amsterdam, since they are not allowed to leave the military airport in Lima.
· Charter flight by Viva Air. Departure from Cusco at 10.30 hrs; arrival in Lima at 12.12 hrs.
· Ticket costs USD 179. Payment must be done by debit or credit card, to Viva Air. Payment in cash or at the airport is not possible.
· Price includes one piece of hand luggage (max. 12 kilo) and one piece of hold luggage (max. 20 kilo).
· There will be no ‘meal service’ on board because of the current circumstances.
· Passengers should arrive at the airport at 6.30 hrs.
· It is the responsibility of each of your embassies to issue a ‘salvoconducto’ for your own nationals, for the trip from their hotel to Cusco airport.

Flight Lima-Amsterdam, Wednesday 8 April, 14.30 hrs
· Around 60 places available for EU+ citizens.
· KL0748 8-apr LIM 14:30 21:30 AMS
· Ticket costs EUR 900. Payment can be done from European bank account, for now signature of I.O.U. guarantee letter is sufficient.
· It is an official government flight (executed by KLM) so unfortunately KLM/AF tickets are not valid for this flight.
· There is no requirement to show a booking of an onward flight from Amsterdam to the final destination; the Netherlands still allows entry to all EU/Schengen/UK citizens as well as their (non EU+) families (i.e. children and partner, if married or with civil partnership).
· We will submit your excel sheet list with names to the KLM/AF office. KLM/AF will then issue e-tickets and send these by mail to all EU+ passengers.
· There will be no ‘meal service’ on board because of the current circumstances.
· Dogs are allowed.
· Assembly point: Parque Salazar, at Larcomar shopping centre (Malecon coast boulevard), Miraflores, at 8. 30 hrs. From there with buses to the military airport.
· It is advisable for all passengers to reserve a taxi to the assembly point at least a day before departure.
· It is the responsibility of each of your embassies to issue a ‘salvoconducto’ for your own nationals, for the trip from their hotel to the assembly point.

Paolo Tonini


(03/04/20) Nuove modalità di attuazione della quarantena nazionale

Si avvisano tutti i connazionali che con il decreto supremo N.057-2020-pcm il Presidente Vizcarra ha modificato le modalità di attuazione della quarantena nazionale.

Per il reperimento di medicinali e generi alimentari non potrà uscire più di una persona per nucleo familiare. Inoltre, il lunedì, mercoledì e venerdì potranno circolare solo persone di sesso maschile. I martedì giovedì e sabato solo persone di sesso femminile. La domenica non é in nessun caso consentita l’uscita di casa.

Si allega il testo del decreto che modifica l’articolo 3 del Decreto Supremo N° 051-2020-PCM, che proroga lo stato di emergenza imposto con il Decreto Supremo N° 044-2020-PCM. Cliccare su questo link per scaricarlo.


(28/03/20 Ore 20:21) Indicazioni operative per il volo di lunedì 30 marzo Lima Milano

Si trascrivono di seguito le indicazioni operative per il volo di lunedì 30 marzo diretto a Milano. Si tratta, infatti, di una infrastruttura militare il cui accesso è riservato unicamente a bordo di mezzi previamente autorizzati. Chi dovesse provare a entrare a piedi o con mezzo proprio nell’aeroporto rischia di essere fermato compromettendo la sua possibilità di successivo imbarco.

Ad eccezione di coloro che, provenendo dalla provincia, si trovano presso l’Hotel Holiday Inn del Callao, tutti gli altri dovranno presentarsi alle ore 6:00 AM di lunedì 30 marzo 2020 presso quest’Ambasciata (Calle Giuseppe Garibaldi 298, ex Gregorio Escobedo, distretto di Jesus Maria- Lima) con i propri effetti personali, bagagli e documenti (passaporto in corso di validità). In Ambasciata e all’Hotel vi sarà consegnata un’auto-dichiarazione per gli spostamenti in Italia da compilare, firmare, datare e conservare fino alla destinazione finale. All’imbarco, la line aerea vi consegnerà una seconda auto-dichiarazione, in materia sanitaria, che pure dovrete compilare, firmare, datare e consegnare alla stessa compagnia prima dell’imbarco. Entrambe sono obbligatorie.

I passeggeri che, invece, sono alloggiati presso l’Hotel Holiday Inn dovranno farsi trovare pronti nella hall alle ore 6:30 AM. Funzionari dell’Ambasciata saranno presenti presso l’Hotel per effettuare le necessarie verifiche e per farli salire sui bus per l’Aeroporto.

Dato lo stato di emergenza sanitaria in Perù e in Italia, tutti i passeggeri saranno sottoposti in Ambasciata e all’Hotel a un preliminare controllo della temperatura, volto ad evitare che coloro che presentano sintomi influenzali affrontino il viaggio. Faccio un appello al senso di responsabilità per la salute di tutti.

Sia presso la sede nell’Ambasciata che presso l’Hotel i nostri funzionari consegneremo ad ogni passeggero mascherine, guanti e una bottiglietta di acqua per il percorso fino all’aeroporto.

Per eventuali chiarimenti continuano ad essere operativi 24 ore al giorno ai due numeri di emergenza istituiti a tal fine (0051-997232073 e 0051-967102036).


(26/03/20 Ore 17:27) Ponte aereo Lima Milano. Partenza: lunedì 30 marzo alle ore 11:00

Di seguito pubblichiamo le lettere del Capo della Cancelleria Consolare e Vicario del Capo Missione, Paolo Tonini, inviate agli italiani bloccati in Perù e pubblicate anche sul nostro gruppo facebook >>>ITALIANI IN PERÙ.

Ricordiamo che più informazione aggiornate al riguardo la potete chiedere ai numeri di emergenza dell’Ambasciata d’Italia attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Cari Connazionali,

è un piacere comunicarVi che il prossimo lunedì 30 marzo alle ore 11:00 partirà dall’aeroporoto militare di Lima un volo straordinario della compagnia Neos con destinazione a Milano. A breve sarà possibile prenotarsi e acquistare i biglietti direttamente sul sito sul sito della società: www.neosair.it.

Si ricorda che il volo, in base alle disposizioni delle autorità peruviane, è riservato ai soli cittadini italiani e dell’Unione Europea temporaneamente presenti in Perù e in possesso di un passaporto in corso di validità timbrato all’ingresso con categoria “turismo”. Le Autorità peruviane non consentiranno l’imbarco di passeggeri che non rientrano nella precedente categoria a causa delle disposizioni dello stato di emergenza, salvo limitate eccezioni umanitarie di particolare gravità.

Grazie,

Paolo Tonini


(25/03/20 Ore 20:31) Comunicato Promperú ai turisti stranieri: Emergenza COVID-19

Si informa che il Governo peruviano attraverso Promperú sta lavorando insieme alle Ambasciate ai fini di rimpatriare i turisti stranieri bloccati in Perú. Vedi comunicazione >>> PROMPERÚ


(25/03/20 Ore 20:25) Eventuali donazioni in denaro

La Protezione Civile ha attivato un conto corrente per le donazioni per l’emergenza COVID-19 in Italia secondo il Decreto n. 18 del 17/03/2020 (Decreto “Cura Italia”). Le donazioni possono avvenire attraverso bonifico bancario sia dall’Italia che dall’estero sul seguente conto corrente:

Banca Intesa Sanpaolo Spa
Filiale di Via del Corso, 226 – Roma
Intestatario: Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387
BIC: BCITITMM
Causale: COVID-19


(23/03/20 Ore 20:27) Ponte aereo Lima Milano per italiani bloccati in Perù

Di seguito pubblichiamo le lettere del Capo della Cancelleria Consolare e Vicario del Capo Missione, Paolo Tonini, inviate agli italiani bloccati in Perù e pubblicate anche sul nostro gruppo facebook >>>ITALIANI IN PERÙ.

Ricordiamo che più informazione aggiornate al riguardo la potete chiedere ai numeri di emergenza dell’Ambasciata d’Italia attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Italiani a Lima

Cari Connazionali,

a seguito di molti sforzi, questa Ambasciata, in stretto coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina, sta in queste ore chiedendo le necessarie autorizzazioni per un ponte aereo straordinario che possa riportare in Italia i cittadini che si trovano temporaneamente bloccati in Perù a causa della crisi Covid-19 e desiderano fare rientro nel nostro Paese.

Si tratterà di un collegamento operato da una società privata che metterà a disposizione uno/due voli diretti a Milano. I velivoli arriveranno vuoti e caricheranno i viaggiatori all’aeroporto militare di Lima (modalità c.d. ferry).

Abbiamo ottenuto che la compagnia riduca al minimo possibile il prezzo dei biglietti per coprire solo i costi vivi. Come prima previsione, i biglietti di rientro costeranno indicativamente fra i 700 e gli 800 Euro, salvo possibili ulteriori riduzioni su cui pure stiamo lavorando e su cui ci riserviamo, in caso, opportune eventuali comunicazioni. Come noto, ormai tutte le linee aeree commerciali hanno sospeso i voli da e per l’Europe e sono consentiti solo voli in via eccezionale.

In attesa delle autorizzazioni peruviane, che potrebbero chiedere qualche giorno vista la complessità della situazione, vi chiediamo di manifestare l’interesse per questo/i volo/i rispondendo unicamente “SI” a questa email e indicando i nominativi dei viaggiatori.

Nei prossimi giorni faciliteremo, d’intesa con la Polizia Nazionale Peruviana, l’arrivo nella Capitale di chi di voi si trova fuori da Lima e desidera essere imbarcato. Anche su questo assicuriamo prossimamente ulteriori informazioni.

Infine, dal momento che si sono registrate presso questa Ambasciata diverse centinaia di persone ma che potrebbero esserci ancora Italiani che non sono entrati in contatto con l’Ambasciata, vi chiedo gentilmente di condividere questa informazione a beneficio di chi potrebbe averne bisogno.

Con molti cordiali saluti,

Paolo Tonini

Italiani ad Arequipa

Gentili Signori,

vi contatto perché nei prossimi giorni sarà necessario che tutti i turisti italiani presenti ad Arequipa e provincia convergano su Lima in vista dei voli di rientro in Italia. Al momento stiamo lavorando a un ponte aereo operato da una compagnia aerea privata che vi permetta di raggiungere la capitale a costi contenuti. Una volta qui, chi non potrà organizzarsi autonomamente potrà soggiornare in una struttura alberghiera con cui siamo in contatto e di cui vi forniremo a tempo debito i riferimenti.

Ora è importante che tutti voi entriate in contatto diretto con il Sig. Giancarlo Picciau, qui in copia, diretto collaboratore del nostro Vice Console Onorario dott. Flavio Magheri scrivendo via whatsapp a questo numero: +51 948405080. Il sig. Picciau ha creato una chat di gruppo con tutti gli italiani in modo da poter condividere rapidamente le informazioni.

Vi chiedo anche di diffondere al massimo questa informazione a tutti gli Italiani che potrebbero trovarsi nella regione e che per qualsiasi motivo non sono ancora entrati in contatto con noi. Il ponte aereo sarà un’eccezione unica che le Autorità peruviane concederanno visto l’aumento dei casi di Covid-19 e la conseguente rigidità delle strutture governative di vertice.

Comprendo bene lo stato di inquietudine che la situazione attuale comporta, ma vi chiedo cortesemente di mantenere la calma e limitare alle sole urgenze le comunicazioni email a questo indirizzo di posta elettronica. Stiamo lavorando per voi con ogni forza a disposizione e vi contatteremo non appena vi saranno novità. Per ogni altra necessità pratica, fate riferimento al sig. Picciau, nostro focal point nella regione.

Vi ringrazio e confido di poter presto dare ulteriori buone notizie.

Con i miei migliori saluti,

Paolo Tonini

Italiani a Cusco

Gentili Signori,

vi contatto perché nei prossimi giorni sarà necessario che tutti i turisti italiani presenti a Cusco e provincia convergano su Lima in vista dei voli di rientro in Italia. Al momento stiamo lavorando a un ponte aereo operato da una compagnia aerea privata che vi permetta di raggiungere la capitale a costi contenuti. Una volta qui, chi non potrà organizzarsi autonomamente potrà soggiornare in una struttura alberghiera con cui siamo in contatto e di cui vi forniremo a tempo debito i riferimenti.

Ora è importante che tutti voi entriate in contatto diretto con il nostro Console Onorario Avv. Miluska del Castillo Vizcarra scrivendo via whatsapp a questo numero: +51 984825400. Il Console Onorario ha creato una chat di gruppo con tutti gli italiani in modo da poter condividere rapidamente le informazioni.

Vi chiedo anche di diffondere al massimo questa informazione a tutti gli italiani che potrebbero trovarsi nella regione e che per qualsiasi ragione non sono ancora entrati in contatto con noi. Il ponte aereo sarà un’eccezione unica che le Autorità peruviane concederanno visto l’aumento dei casi di Covid-19 e la conseguente rigidità delle strutture governative di vertice.

Comprendo bene lo stato di inquietudine che la situazione attuale comporta, ma vi chiedo cortesemente di mantenere la calma e limitare alle sole urgenze le comunicazioni email a questo indirizzo di posta elettronica. Stiamo lavorando per voi con ogni forza a disposizione e vi contatteremo non appena vi saranno novità. Per ogni altra necessità pratica, fate riferimento all’Avv. Vizcarra, nostro focal point nella regione.

Vi ringrazio e confido di poter presto dare ulteriori buone notizie.

Con i miei migliori saluti,

Paolo Tonini


(20/03/20 Ore 18:31) Volo Iberia Lima-Madrid, domenica 22 marzo con partenza alle 13,00

Si informano i connazionali che:

1Un volo Iberia opererà questa domenica 22 marzo con partenza alle 13,00 dall’aeroporto di Lima e arrivo a Madrid alle 6,30 di lunedì 23 marzo. Iberia non garantisce collegamenti immediati per passeggeri diretti a paesi terzi. Il volo e’ aperto a coloro che siano titolari di un biglietto Iberia, e se dovessero esserci posti vacanti questi saranno messi alla vendita.

E’ importante comunicare immediatamente il proprio interesse a viaggiare segnalando il numero di biglietto originario (non il codice di prenotazione) per facilitare l’operatore nella conferma del posto.

I contati di Iberia sono

In ogni caso comunicate anche a noi il numero di biglietto così da aiutarvi nei contatti con Iberia. Ricordiamo i nostri numeri di emergenza attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Si prega di informare tempestivamente questa Ambasciata circa le proprie intenzioni.

2 Il Ministero della Salute Peruviano ha messo a disposizione della collettività un portale in cui è possibile ricercare i farmaci di cui si abbia eventualmente bisogno e la loro reperibilità nei centri di distribuzione sparsi sul territorio. Ecco il link >>> PIÙ INFORMAZIONE


(19/03/20 Ore 21:31) Informazione su voli e alberghi per italiani bloccati in Perù

Si informano i connazionali che:

1Dopo un intenso negoziato portato avanti da questa Ambasciata insieme alle omologhe Rappresentanze dei Paesi membri dell’Unione Europea, le linee aeree Avianca stanno abilitando dei voli commerciali straordinari per raggiungere l’Europa e altri Paesi dell’America Latina. Le destinazioni in Europa sono al momento Londra e Monaco di Baviera.

Si tratta di una prima soluzione emergenziale per coloro che hanno urgenza di rientrare e possibilità di acquistare un nuovo biglietto. Si tratta infatti di voli speciali predisposti appositamente da una società privata.

Di seguito il link di Avianca per chi desiderasse procedere a una prenotazione >>> PRENOTAZIONE AVIANCA

2 La società KLM / Airfrance sta programmando tre ulteriori voli, oltre a quello di venerdì 20 marzo p.v. e già pieno, la prossima settimana nei giorni di martedì 24, giovedì 26, sabato 28 marzo. Come già comunicato, la precedenza sara’ data, dalla compagnia, a coloro gia’ in possesso di un biglietto di ritorno con Air France o KLM, che non dovranno ripagare il viaggio. Eventuali posti liberi saranno messi in vendita dalla compagnia aerea. Si raccomanda a chiunque sia interessato a questo volo a scrivere all’indirizzo soportedeventasperu@klm.com.

3 Il Ministero del Turismo peruviano ha messo a disposizione una lista di strutture alberghiere considerate sicure dove i turisti potranno soggirnare per il periodo della quarantena nazionale. Si tratta di un file Excel con più fogli, uno per regione, allegato alla presente comunicazione >>> SCARICARE ALBERGHI PERUVIANI

Per chi avrà bisogno di raggiungere Lima dalle provincie l’Ambasciata provvederà a richiedere alle Autorità peruviane di polizia apposito salvacondotto.


(18/03/20 Ore 20:01) Possibile volo Air France venerdi’ 20-3-2020 verso Parigi

La linea aerea Air France-KLM ha ottenuto l’autorizzazione a effettuare un volo questo venerdi’ 20-3-20 da Lima a Parigi , esclusivamente per cittadini appartenenti allo spazio Schengen.

La precedenza sara’ data, dalla compagnia, a coloro gia’ in possesso di un biglietto di ritorno con Air France o KLM, che non dovranno ripagare il viaggio.

I biglietti sono gia’ in vendita presso la linea aerea, per segnalare l’interesse a prendere il volo si puo’ scrivere a soportedeventasperu@klm.com.


(18/03/20 Ore 14:00) Coprifuoco nell’arco temporale 20,00-05,00 in tutto il Perù

Si segnala che a mezzogiorno del 18 marzo il Presidente della Repubblica Vizcarra ha annunciato l’istituzione della misura del coprifuoco nell’arco temporale 20,00-05,00 in tutto il Paese. La decisione, ha sottolineato il Capo dello Stato, è stata presa perché una limitata parte della popolazione continua a non ottemperare le regole per l’autoisolamento imposte con i precedenti decreti con cui si è dichiarata l’emergenza sanitaria. Il Capo dello Sato ha segnalato che è stato pure disposto il blocco della circolazione delle autovetture private in tutto il paese a partir dalle 05,00 di domani giovedì 19 marzo. Dalle 5,00 del 19 marzo dunque circoleranno soltanto i mezzi pubblici e gli autoveicoli debitamente autorizzati. Questa Ambasciata continua a fornire ogni opportuna assistenza ai connazionali presenti nel paese, in particolare aggiornando continuamente la lista dei turisti italiani che intendono far rientro nel nostro Paese nell’auspicato caso della istituzione di voli di rimpatrio verso l’Europa. Si fa riserva di ulteriori informazioni appena possibile sugli sviluppi della situazione.


(17/03/20 Ore 9:00) Proseguono gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei

Si segnala che proseguono gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei qui presenti al fine di organizzare, sulla base di intese con queste autorità e con le singole linee aeree, voli di rimpatrio per i turisti italiani ed europei rimasti in Peru. Grazie alla approvazione di un apposito decreto d’urgenza nella tarda serata di ieri 15 marzo, il governo peruviano ha fornito la cornice giuridica per poter far operare tali voli.

Preme segnalare che se concretizzata, tale possibilità di rimpatrio si applicherà solo a turisti europei/italiani in possesso di un biglietto aereo di ritorno per l’Europa nella finestra temporale 16 marzo-16 aprile prossimo. I cittadini peruviani anche se residenti in paesi Europei/Italia non potrebbero applicare a tale tipo di voli che si ripete, sarebbero destinati solo al rimpatrio di turisti stranieri (europei/italiani o altro ma non cittadini peruviani).

Si invitano pertanto tutti i turisti italiani in possesso dei requisiti sopra indicati (entrati in Peru’ come turisti e con biglietto di rientro in Europa nella finestra 16 marzo-.16 aprile) a segnalare quanto prima possibile i propri dati all’Ambasciata d’Italia alla mail ambasciata.lima@esteri.it.

Tali dati devono consistere in:

nome / cognome(i) / Nº Passaporte / eventuali altre cittadinanze / data nascita / Línea aérea / Nº volo / Entrata in Perù / Uscita programmata / Destinazione finale / recapiti in Perú / Telefono di contatto / Mail / attuale domicilio in Perù / ulteriori osservazioni (eventuali patologie ecc.).

Ricordiamo i nostri numeri di emergenza attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Si segnala che dalla mezzanotte del 17 marzo 2020 le frontiere aeree, terrestri e marittime del Peru’ sono state chiuse, salvo per il trasporto merci.


(16/03/20 Ore 00:01) Gli italiani hanno ancora 24 ore per lasciare il Perù

Il ministro dell’Interno peruviano, Carlos Morán, ha confermato che la chiusura delle frontiere così come previsto dal l’art 8 del Decreto Supremo che ha decretato la quarantena nazionale si attuerà oggi alle ore 23:59.

Gli italiani hanno ancora 24 ore per lasciare il Perù e trovare una combinazione di voli per rientrare in patria. Dopodiché tutte le frontiere sono chiuse.

Scopri in che modo il tuo DNA unico può influenzare te e la tua famiglia >>> GUARDA DI PIÙ


(16/03/20 Ore 17:00) Gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei

Si segnala che proseguono gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei qui presenti al fine di organizzare, sulla base di intese con queste autorita’ e con le singole linee aeree, voli di rimpatrio per i turisti italiani ed europei rimasti in Peru. Se concretizzata, tale possibilità si applicherà solo a turisti in possesso di un biglietto aereo di ritorno per l’Europa nella finestra temporale 16 marzo – 16 aprile prossimo.

Si invitano pertanto tutti i turisti italiani che rientrano in tale categoria a segnalare quanto prima possibile i propri dati all’Ambasciata d’Italia alla mail ambasciata.lima@esteri.it.

Tali dati devono consistere in:

nome / cognome(i) / Nº Passaporte / eventuali altre cittadinanze / data nascita / Línea aérea / Nº volo / Entrata in Perù / Uscita programmata / Destinazione finale / recapiti in Perú / Telefono di contatto / Mail / attuale domicilio in Perù / ulteriori osservazioni (eventuali patologie ecc.)

Ricordiamo i nostri numeri di emergenza attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Si segnala che dalla mezzanotte del 17 marzo 2020 le frontiere aeree, terrestri e marittime del Peru’ saranno chiuse, salvo per il trasporto merci.


(15/03/20 Ore 23:40) Aggiornamento Emergenza COVID-19

Il Presidente della Repubblica del Perù, Martín Vizcarra, ha decretato la quarantena nazionale (vedi Decreto) per 15 giorni di calendario a partire da domani lunedì 16 marzo 2020. Le frontiere terrestri marittime e aeree del Paese sono chiuse.

Sono vietati gli spostamenti pubblici salvo alcune eccezioni relative, ad esempio, alla salute e all’approvvigionamento. Invitiamo i connazionali a mantenere la calma, leggere attentamente il testo del decreto, restare in casa, e limitare al massimo gli spostamenti. Reiteriamo la disponibilità dei nostri numeri di emergenza: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Non esistono voli diretti fra Perù e Italia. Si segnala che per il giorno 15 marzo 2020 risultano a questa Ambasciata i seguenti voli diretti verso l’Italia con decollo da Paesi limitrofi:

Da Città del Messico con Interjet il 15/3/20 alle 23.45.


(15/03/20 Ore 18.11) Comunicato Ambasciata d’Italia

Si informano i connazionali che le autorità peruviane stanno rafforzando le misure per contrastare il rischio di contagio da Coronavirus. Si e’ in attesa della pubblicazione di un nuovo decreto presidenziali con ulteriori restrizioni, a cui si raccomanda di attenersi. Si raccomanda altresì di prendere visione delle raccomandazioni del Ministero della Salute Italiano reperibili a questo link >>> Ministero della Salute Italiano.

Chiusura dei voli da e per l’Europa

Si ricorda la chiusura dei voli da e per l’Europa a partire da domani, lunedì 16 marzo 2020. Ciò premesso, si segnala che l’Ambasciata e’ in costante contatto con le Autorita’ peruviane per cercare ogni possibile soluzione per consentire il rientro dei turisti italiani presenti attualmente in Perù. Nell’invitare alla calma, pur comprendendo il disagio e la preoccupazione di tutti, si fa riserva di fornire attraverso questo mezzo maggiori elementi appena possibile. A causa del numero di accessi che ha saturato il server non è ora possibile aggiornare il sito internet. Si provvederà quanto prima.

Secondo numero di emergenza

In considerazione delle circostanze, questa Ambasciata ha abilitato un secondo numero di emergenza attivo h 24. I numeri di emergenza pertanto sono: +51 997-232-073; +51 967-102-036.


(14/03/20 Ore 22:00) Paesi che non hanno ancora bloccato i voli per l’Europa

La situazione é fluida e in continua evoluzione in tutto il Sud America. Alle 21:00 del 14 marzo i seguenti Paesi non hanno ancora adottato restrizioni e quindi è ancora possibile trovare voli che permettano di raggiungere l’Europa:

  • Aruba: for a few more days flights to enable tourists to return to the Netherlands
  • Brazil: still regular flight schedule, but new measures expected at the beginning of next week
  • Canada
  • Costa Rica
  • Cuba
  • Curaçao: for a few more days flights to enable tourists to return to the Netherlands
  • Dominican Republic: still flights, but announcement of new measures next week
  • Jamaica: No more flights to/from the United Kingdom, Germany, France. Still a direct flight to the Netherlands.
  • Mexico: still daily flights to the Netherlands /Europe, but might change.
  • United States: There are still flights to Europe, but anyone who stayed in the Schengen area at some point during the last 14 days, is not allowed to enter (also not for transit).

I seguenti paesi a partire da lunedì 16 marzo compreso hanno bloccato i voli da e per l’Europa:

  • Argentina
  • Bolivia (dal 14/3)
  • Colombia
  • Ecuador
  • Panama (dal 14/3)
  • Perú
  • Venezuela

(13/03/20 Ore 20:42) Coronavirus: Numero di emergenza dell’Ambasciata d’Italia in Perù

Al di fuori degli orari di apertura dell’Ambasciata e solo in caso di gravi emergenze e di minaccia all’incolumità di cittadini italiani – e in nessun caso per informazioni – è possibile contattare il seguente cellulare di emergenza:

Cellulare di emergenza dell’Ambasciata d’Italia in Perù

In caso di emergenza è attivo il numero cellulare 997 232 073 (dall’Italia +51 997 232 073). Vista la situazione di emergenza per il coronavirus il cellulare sarà attivo tutti i giorni 24/24.

Potranno anche essere inviati messaggi email all’indirizzo: ambasciata.lima@esteri.it .

Solo in casi gravi di emergenza

Il predetto numero non fornisce informazioni su cittadinanza, passaporti, visti o altri servizi consolari. Per queste informazioni consultare le pertinenti pagine del sito web dell’Ambasciata d’Italia a Lima, inviare un messaggio di posta elettronica a cancelleriaconsolare.lima@esteri.it (per questioni consolari) e/o responsvisti.lima@esteri.it (per questioni relative ai visti d’ingresso) oppure chiamare in orario d’ufficio.
Sempre in caso di gravi e motivate emergenze, è possibile rivolgersi ai numeri dell’Ufficio del Funzionario di turno del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (+39 06 36912790), nonchè all’Unità di Crisi del medesimo Ministero (+39 06 36 225), che potranno poi, valutato il caso, contattare l’Ambasciata per i seguiti più opport


(13/03/20 Ore 20:40) Voli diretti fra Perù e Italia

Non esistono voli diretti fra Perù e Italia. Si segnala che alle ore 20:40 del giorno 13 marzo 2020 risultano a questa Ambasciata i seguenti voli diretti verso l’Italia con decollo da Paesi limitrofi:

  • Da San Paolo Alitalia il 14/3/20 alle 16.05.
  • Da Buenos Aires il 15/3/20 due voli Alitalia alle 14.05 e 22.45.
  • Da Città del Messico con Interjet il 15/3/20 alle 23.45.
  • Da Città del Messico con KLM il 16 marzo (via amsterdam) alle 21:55
  • Da Toronto via AIRCANADA via Francoforte alle ore 17:55 del 15/03
  • Da Toronto via Aircanada via Francoforte alle ore 20:50 via Monaco di Baviera del 16/03

(12/03/20) Decreto Supremo n. 008-2020-SA dell’11/3/2020 pubblicato in data 12/3/2020

Con il Decreto Supremo n. 008-2020-SA dell’11/3/2020 pubblicato in data 12/3/2020 il Presidente della Repubblica del Perù ha decretato per 90 giorni una Emergeza Sanitaria Nazionale. In applicazione di tale decisione, il Decreto Supremo n. 008-2020-MTC del 12/3/2020 pubblicato in data 13/3/2020 ha disposto la sospensione dei voli internazionali da e per l’Europa in Perù per un iniziale periodo di 30 giorni a partire da lunedì 16/3/2020.

Il numero di emergenza per i connazionali in difficoltà, +51997232073 è attivo 24 ore al giorno 7 giorni su 7 per tutta la durata della crisi.

Si consiglia ai turisti presenti nel territorio della Repubblica del Perù di lasciare quanto prima il Paese.

Si segnala che il servizio di emergenza è DEDICATO ESCLUSIVAMENTE A CITTADINI ITALIANI E SOLO PER SITUAZIONI DI COMPROVATA EMERGENZA, BLOCCO AEROPORTUALE, MINACCIA ALLA SICUREZZA E ALL’INCOLUMITA’ DEGLI STESSI: le chiamate per pratiche consolari ordinarie (passaporti, visti, etc.) NON potranno essere prese in considerazione.

IL FUNZIONARIO DI TURNO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO, OPERATIVO PER TUTTE LE ALTRE FASCE ORARIE risponde al numero : 0039 06 3691 2666

In caso di effettiva necessità, il funzionario di turno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione allo Sviluppo raggiungerà tempestivamente i funzionari dell’Ambasciata d’Italia a Lima.

Ambasciata d’Italia a Lima


(11/03/20 Ore 20:25) Ambasciata d’Italia in Perù: Misure straordinarie COVID-19

Con una breve conferenza stampa il Presidente della Repubblica Martin Vizcarra accompagnato dal Primo Ministro e da alcuni Ministri ha annunciato misure straordinarie per contrastare il Coronavirus.

Misure straordinarie COVID-19

In particolare è istituita una quarantena di 14 giorni per tutti i passeggeri provenienti da Cina, Italia, Francia e Spagna. Inoltre l’inizio delle attività scolastiche per tutti gli istituti pubblici e privati è rinviato al 30 marzo.

Si raccomanda la massima prudenza a tutti i connazionali presenti in Perù, di limitare al massimo spostamenti ed appuntamenti non necessari ed informare tempestivamente questo Ufficio in caso di ricovero con diagnosi da Covid-19.

Raccomandazioni

La prima raccomandazione è mantenere la calma in quanto siamo di fronte a una epidemia in cui bisogna atternersi ai protocolli con molta attenzione; la seconda essere sempre aggiornati sull’evoluzione del virus nel Paese seguendo tutte le misure ed indicazioni del Ministero de la Salud, l’Instituto Nacional de Salud e INDECI e prendere nota dei numeri telefonici in caso di emergenza. Come terza raccomandazione, eseguire regole igieniche e comportamentali (lavarsi frequentemente e accuratamente le mani, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani sporche, mantenere una distanza di sicurezza tra le persone, evitare riunioni, affollamento di persone, ecc.).

Queste misure sono state addottate per il contrasto e contenimento dell’epidemia. In caso di avere sintomi simili al raffredore / influenza, si prega inmediatamente di contattare il numero di emergenza 113. In caso di ricovero ospedaliero per Covid-19, si prega mettersi in contatto con questa Ambasciata.

Si fa riserva di fornire ulteriori aggiornamenti appena disponibili.

Ambasciata d’Italia in Perù (11/03/20)