Coniata una moneta dedicata alla Puglia – Incontro a Maxelàc

Una moneta per celebrare la Puglia e le sue eccellenze enogastromiche è stata coniata questa settimana dal Poligrafico dello stato nell’ambito di una serie da collezione dedicata alla cultura enogastronomica italiana.

Per l’occasione la fondazione Univerde ha organizzato un evento nel noto ristorante romano, in piazza della Maddalena, Maxelà nel quale si è brindato all’arrivo della nuova moneta proprio con primitivo ed orecchiette.

La moneta può essere, dunque, non solo un mezzo di pagamento ma un importante vettore per la promozione culturale dei territori italiani, un percorso che il Poligrafico dello Stato ha intrapreso nel 2019 quando, per la prima volta è stata coniata una moneta dedicata alla pizza e alla cultura enogastronomica campana.

Quest’anno è toccato alla Puglia che è rappresentata con numerosi elementi tipici della ragione tra cui orecchiette, pane di Altamura, ulivi, un trullo e i delfini di Taranto.

Alfonso Pecoraro Scanio

“La moneta dedicata alla Puglia è un’occasione importante – ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione Univerde – per sostenere la nostra battaglia contro il fake food”. La moneta dal valore nominale di 5 euro, è in vendita in queste ore nei negozi e sul sito internet del Poligrafico dello Stato, è stata prodotta in 15mila unità.

Antonio Cascelli

“La moneta sta riscuotendo un successo notevole – ha detto il direttore del Poligrafico dello Stato Antonio Cascelli – in poche ore sono stati venduti 9mila pezzi e stimiamo che entro la settimana non saranno più disponibili.”.

Antonio Palma

All’evento ha preso parte il Presidente del Poligrafico di Stato Antonio Palma che ha sottolineato la qualità e l’impegno del lavoro posto in essere dai tecnici del poligrafico che si confermano ogni giorno tra i migliori al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.